Öhlins Shock Service – Focus

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Öhlins produce alcuni dei migliori ammortizzatori più sintonizzabili sul mercato, tuttavia richiedono una manutenzione speciale. Il meccanico Davide Bagnoli e lo specialista di Öhlins ci guidano attraverso alcuni passaggi quando effettuiamo un servizio di ammortizzatori posteriori a molla elicoidale.

Rimozione dell’ammortizatore

IM2_1719

Davide rimuove l’ammortizzatore dalla bici.

IM2_1724

L’ammortizzatore è rimosso

Smantellamento

Davide ora inizia il processo di smantellamento dell’ammortizzatore

IM2_1727

Lo smantellamento di un’ammortizzatore richiede strumenti ed esperienza specifici.

IM2_1733

Prima, rimuovere la molla.

IM2_1734

La camera posteriore deve essere sgonfia e rimossa dal pistone.

IM2_1738

Uno spazio di lavoro solido viene utilizzato per i processi successivi.

IM2_1744

Il pistone principale viene rimosso, qui è in buone condizioni.

IM2_1745

Gli shock Öhlins necessitano di manutenzione poiché dopo un po’ creano un serbatoio di olio che contiene troppa aria e il flusso di olio diventa meno efficiente.

IM2_1751

Entrambe le camere del pistone vengono controllate e pulite.

IM2_1758

The compression piston is removed.

IM2_1763

Qui abbiamo il pistone di compressione a destra e il pistone di ritorno a sinistra. Le guarnizioni e gli anelli sono ora controllati.

Fase di servizio

Davide ora passa attraverso le parti piccole e controlla e sostituisce i componenti che sono parti soggette a usura o parti di messa a punto.


IM2_1766

Pronto a riparare l’ammortizzatore. Davide ha alcune parti speciali del morsetto.

IM2_1770

Il pistone di ritorno viene ispezionato e messo a punto.

IM2_1775

Tutte le parti vengono rimosse e controllate.

IM2_1794

Una volta controllati vengono sgrassati e rimontati, con nuove guarnizioni applicate e nuovo grasso.

IM2_1803

L’ammortizzatore è ricostruito.

IM2_1821

L’ammortizzatore è ora collegato alla pompa aspirante e un’impostazione speciale viene effettuata sul piggy back rimuovendo tutta l’aria dal sistema. Questo è essenziale per far funzionare correttamente l’ammortizzatore.

IM2_1830

Il piggy back è ora caricato con la pressione corretta.

IM2_1834

Test di compressione.

IM2_1839

Davide ora controlla come si muove l’ammortizzatore

Rievocare l’ammortizzatore

Davide rimuove l’ammortizzatore e fa un test statico.

IM2_1844

Pronti a partire!

IM2_1846

Di nuovo sulla bici, i bulloni vengono controllati e impostati: non ci sono problemi nel sistema

IM2_1849

La bici è ora pronta e l’abbassamento è controllato.

Conclusione

Se si riscontra uno shock ad alte prestazioni, è essenziale eseguirne la manutenzione in modo corretto e regolare.

Video: – Davide ci mostra lo shock ora risolto in azione.

Articoli correlati

Whatsapp Image At . .
News e Podcast

Oggi facciamo due chiacchiere…

Oggi facciamo due chiacchiere con meccanico di bici Davide Bagnoli e giornalista di bici Alex Boyce. Video Podcast Davide Bagnoli e Alex Boyce    

Leggi »
Hv A
Test

Giant Trance E – Test

Alex Boyce, il nostro Giornalista, ha dato un’occhiata alla Giant Trance – E, disponibile ora in negozio. Video Review  

Leggi »

Leave a Comment

0